minerva homepage



 

 


 

MINERVA newsletter

Aprile 2010, n. 22
a cura della Redazione di Minerva

Questo è il ventiduesimo numero della Newsletter di MINERVA. Ti ringraziamo fin d'ora per l'attenzione che vorrai prestarci. Potrai inviarci eventuali suggerimenti scrivendo all'indirizzo di posta elettronica minerva1[at]beniculturali[dot]it.

Se non desideri ricevere più la newsletter di MINERVA, cancellati qui.


MINERVA homepage

Eventi

News


Eventi

ATHENA-STACHEM joint workshop at EVA Florence 2010

Firenze, 22 aprile, 2010
Sede:
Palazzo dei Congressi, Piazza Adua 1 - Firenze, h 14:00-17:30.

Workshop internazionale organizzato dal Ministero per i beni e le le attività culturali (MiBAC) e il Cyprus Institute (CyI) destinato a esperti in catalogazione dei beni culturali, professionisti del settore museale, esperti nel settore della digitalizzazione.

Il workshop ha l'obiettivo di presentare lo stato dell'arte e alcuni aspetti specifici dei due progetti europei ATHENA e STACHEM.
Numerosi i temi che verranno affrontati: LIDO (Lightweight Information Describing Objects), un formato di harvesting per accrescere la rilevanza dei musei nel Web e facilitare l'accesso alle risorse in un'ottica intersettoriale; il SIGEC WEB, il sistema nazionale per l'acquisizione e la gestione integrata della conoscenza del patrimonio culturale italiano; MuseiD-Italia, un ampio programma per la creazione e l'integrazione del contenuto digitale museale italiano; GIS 2D/3D.

Programma: http://www.otebac.it/index.php?it/22/archivio-eventi/169/athena-stachem-joint-workshop-at-eva-florence-2010

---------------

Digital Preservation - The Planets Way

Roma, 19-21 aprile 2010
Sede: Pontificia Università Gregoriana

Seminari e training sulla digital preservation, con presentazione di casi di studio, servizi e strumenti disponibili.

Modulo di registrazione e programma: http://www.planets-project.eu/events/rome-2010/


News

Pubblicate le "Linee guida per i siti web della PA" in versione preliminare

Sono usciti «i criteri di riconoscibilità, di aggiornamento, di usabilità e di accessibilità» previsti dalla direttiva del Ministro Brunetta 26 novembre 2009, n. 8 per il miglioramento della qualità dei siti web pubblici (http://www.otebac.it/index.php?it/21/archivio-news/162/la-pubblica-amministrazione-riunir-i-propri-siti-sotto-domini-con-estensione-govit).
Il documento prevede una serie di indirizzi per razionalizzare i contenuti, per garantire la qualità dei siti pubblici, per il trattamento della documentazione e dei dati e per la loro reperibilità (classificazione semantica, formati aperti, contenuti aperti).
In appendice (A) è possibile trovare in dettaglio i contenuti minimi dei siti istituzionali pubblici.

---------------

Un progetto digitale sulla cultura ebraica in Europa

Judaica Europeana, progetto digitale innovativo, ha ricevuto un consistente finanziamento dal programma eContentplus della Commissione Europea allo scopo di fornire un accesso multilingua alle collezioni culturali ebraiche per tramite di Europeana e degli archivi, biblioteche e musei d'Europa online.

Judaica Europeana rientra nella dozzina di progetti cofinanziati dalla Commissione per Europeana. Europeana è l'iniziativa "ammiraglia" dell'Unione Europea, che creerà un punto di accesso comune ai milioni di oggetti digitali messi a disposizione dagli archivi, biblioteche e musei europei. Un motore di ricerca multilingue permetterà agli utenti di trovare, vedere e confrontare risorse scientifiche e culturali dell'intero continente europeo.

Il gruppo di organizzazioni associatesi per realizzare Judaica Europeana è coordinato dall'Associazione Europea per la Cultura Ebraica, con sede a Londra, e dalla Collezione Judaica della Biblioteca dell'Università Goethe di Francoforte sul Meno. Sono presenti anche il Ministero per i beni e le attività culturali, attraverso l'Istituto Centrale per il Catalogo Unico con sede a Roma, l'Alleanza Israelita Universale in cooperazione con il Centro Yiddish di Parigi - Biblioteca Medem, la British Library, gli Archivi Ebraici Ungheresi di Budapest, il Museo Ebraico di Grecia di Atene, l'Istituto Storico Ebraico di Varsavia, il Museo Ebraico di Londra e Amitié, centro di ricerca con sede a Bologna. Anche l'Archivio Centrale Sionista di Gerusalemme e Makash, centro per le applicazioni ICT nella formazione, la cultura e la scienza (Gerusalemme) sono associati al progetto. Altre organizzazioni saranno invitate ad aderire.

Judaica Europeana documenterà il contributo ebraico alle città europee.

Ulteriori informazioni: www.judaica-europeana.eu

---------------

DC-NET: una rete europea per la ricerca nell'ambito del patrimonio culturale digitale

Il progetto DC-NET vuole sviluppare e rafforzare il coordinamento fra i paesi europei e i loro programmi di ricerca pubblica nel settore del patrimonio culturale digitale. Il progetto integrerà le competenze di ricerca dei paesi aderenti, identificherà i loro punti in comune e valorizzerà i programmi e i progetti esistenti. L’attuale progetto DC-NET rappresenta solo il primo passo in questa direzione, e prevede l’avvio di azioni preliminari, soprattutto nell’ambito della comunicazione, della definizione delle priorità di ricerca e del training.

Obiettivo finale è dar vita a un piano di attività congiunte di ricerca e finalizzate alla creazione di una e-Infrastructure per dati e servizi dedicata alla comunità virtuale di ricerca nell’ambito del patrimonio culturale digitale. La nuova e-Infrastructure sul patrimonio culturale digitale si fonderà sul potenziamento della piattaforma MICHAEL e identificherà una serie di strumenti che facilitino l’integrazione e incrementino le capacità di ricerca del settore. La nuova infrastruttura si rivolgerà a una comunità virtuale di ricerca multidisciplinare sul patrimonio culturale digitale, ambito che sempre più richiede funzionalità efficaci per l’accesso, la ricerca, lo storage, l’usabilità delle risorse, allo scopo di migliorare la collaborazione scientifica e l’innovazione. Una delle finalità principali sarà il coordinamento dell’accesso alle infrastrutture digitali dei ministeri della cultura e delle altre istituzioni culturali (musei, biblioteche, archivi, archivi audiovisivi, soprintendenze etc.) di tutta Europa.

Per ottenere questi risultati il progetto DC-NET avvia una stretta collaborazione fra Ministeri o altre agenzie nazionali responsabili per la politica culturale, istituzioni culturali, mondo della ricerca sulle tecnologie ICT applicate al patrimonio culturale e gestori delle infrastrutture di rete NREN (quali ad esempio GARR in Italia).

Otto Ministeri e agenzie culturali dei rispettivi Stati membri UE partecipano a DC-NET. I partner di DC-NET hanno una lunga esperienza di collaborazione nel contesto dei progetti internazionali MINERVA, MICHAEL e ATHENA.

Ulteriori informazioni: http://www.dc-net.org

---------------

Museo & Web: pubblicata la versione stabile 1.4.0

Museo & Web CMS open source è un sistema finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali, progettato per meglio rispondere alle diverse esigenze degli istituti culturali (archivi, biblioteche, musei, soprintendenze, ecc.) che, tramite un sito web, intendono diffondere contenuti culturali, valorizzare e promuovere le risorse, offrire contenuti didattici e servizi per la ricerca scientifica, promuovere e valorizzare il patrimonio culturale, promuovere il turismo culturale, interagire con gli utenti.

Ulteriori informazioni: http://www.minervaeurope.org/structure/workinggroups/userneeds/prototipo/cms/download.html


Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali
c/o Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche
viale Castro Pretorio, 105
00185 Roma, Italy
Tel. 06 49210807, fax 06 4959302
minerva1[at]beniculturali[dot]it

 

Copyright Progetto Minerva 2010-04, ultima revisione 2010-04-12, a cura della Redazione di Minerva.