minerva homepage



 

 


 

Minerva project newsletter

Dicembre 2005, n. 10
a cura della Redazione di Minerva

Questo è il decimo numero della Newsletter di Minerva. Ti ringraziamo fin d'ora per l'attenzione che vorrai prestarci. Potrai inviarci eventuali suggerimenti scrivendo all'indirizzo di posta elettronica minerva2@beniculturali.it.

Se non desideri ricevere più la Newsletter di Minerva, cancellati qui.


Minerva homepage

Notizie

Indice



In evidenza

  • “i2010: Digital Libraries”

    La Commissione Europea il 30 settembre 2005 ha reso pubblica la comunicazione “i2010: Digital Libraries”, vale a dire le strade che intende percorrere nell’immediato futuro in relazione a digitalizzazione e accessibilità in linea del patrimonio culturale e alla conservazione a lungo termine della memoria culturale digitale.

    L’iniziativa i2010 – European Information Society 2010 era già stata lanciata in giugno per proseguire il processo avviato da eEurope 2005, un quadro completo degli interventi da intraprendere per sostenere lo sviluppo dell'innovazione tecnologica in Europa.
    Con questo nuovo documento la Commissione intende rispondere alla crescnete domanda di informazione e contenuti culturali digitali disponibili in rete, sia per permettere ai cittadini una fruizione sempre più ampia del loro patrimonio, che per creare servizi ad esso connessi.
    Il 28 aprile 2005 sei Capi di Stato o di Governo scrissero una lettera indirizzata al Consiglio dell’Unione Europea e alla Commissione stessa a sostegno dell’opportunità di creare una biblioteca virtuale europea. Tale appello è stato fatto proprio dalla Commissione e il documento “i2010: Digital Libraries” ne è una prima risposta.
    Questa comunicazione affronta infatti i temi connessi alle fondamenta di una biblioteca digitale: digitalizzazione, accessibilità in linea e conservazione della memoria culturale digitale.

    Questa comunicazione è inoltre accompagnata da una consultazione in linea con scadenza il 20 gennaio 2006, in modo che sia data a tutti, singoli ed istituzioni, di prospettare la propria visione sull’argomento. Le raccomandazioni che ne scaturiranno saranno poi pubblicate in linea sul portale dell’Unione e costituiranno il filo conduttore delle prossime iniziative comunitarie.

    MINERVA si fa dunque portavoce di questa importante iniziativa: appare infatti opportuno che tutti i soggetti interessati rispondano a questo appello per contribuire a delineare il futuro del nostro patrimonio culturale.

    La comunicazione “i2010: Digital Libraries” (disponibile anche in italiano) e la consultazione in linea sono pubblicate al seguente indirizzo: http://europa.eu.int/information_society/activities/digital_libraries/index_en.htm


  • 9° meeting del National Representatives Group
    Presidenza Inglese - Bristol, 17 novembre 2005

    Il giorno 17 novembre 2005 si è svolto presso il Watershed Media Center di Bristol il 9° incontro del Gruppo dei Rappresentanti Nazionali per la digitalizzazione del patrimonio culturale; come di consueto, questo incontro è stato preceduto da due conferenze internazionali: martedì 15 novembre è stato dedicato al progetto MICHAEL (MICHAEL: towards a catalogne for the European Digital Library), in cui il Ministero italiano ha presentato lo stato dell’arte di MICHAEL in Italia e le sue integrazioni con il Portale della Cultura (http://www.ukoln.ac.uk/events/michael-2005/programme.html). Il giorno seguente è stata invece organizzata una conferenza dedicata ad esperienze internazionali di e-learning (Inspiring eLearning: the European Cultural Information Space).
                Nel corso del meeting del NRG si è rilanciata l’attività di questo gruppo puntualizzando i ruoli di ciascun rappresentante nazionale, quello dei paesi osservatori, i compiti del segretariato e le azioni da compiere prima dei prossimi incontri (rispettivamente sotto la presidenza austriaca in giugno e sotto quella finlandese in ottobre).
                Un grande rilievo è stato dato alle iniziative future della Commissione Europea, introdotte da Patricia Manson, capo dell’unità Technology Enhanced Learning and Cultural Heritage, in merito alla costituzione di una Biblioteca Digitale Europea, per la quale ha lanciato una consultazione europea on-line. La presidenza inglese si farà carico di presentare una risposta comune del NRG a questo appello.
    Sempre in relazione alla costituzione della Biblioteca Digitale Europea, il rappresentante francese ha presentato lo stato dell’arte dei lavori coordinati dal Ministero francese sul tema che culminerà in novembre con la pubblicazione di un libro bianco. Si è infine fatta presente la necessità di collaborare con iniziative già esistenti in materia di digital libraries quali TEL e DELOS.

    È infine da mettere in rilievo che nel corso del lancio ufficiale del Dynamic Action Plan che rinnova il precedente Lund Action Plan, avvenuta mercoledì 16 novembre presso il Bristol City Museum & Art Gallery, il ministro inglese della cultura, David Lammy, ha lodato l’eccellente lavoro svolto da MINERVA ed in particolar modo l’apporto del coordinamento italiano.


  • Approvato il progetto MICHAELplus

    E’ stato approvato dalla Commissione Europea il progetto MICHAEL plus, che estende le attività del progetto MICHAEL (Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe; http://www.michael-culture.org) a 30 organizzazioni pubbliche e private con partner in 10 Stati membri della UE (Finlandia, Germania, Grecia, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Ungheria) che si aggiungono a Italia, Francia e Regno Unito, già partner di MICHAEL.
    La proposta era stata presentata in occasione della call del programma eTEN (http://europa.eu.int/information_society/activities/eten/index_en.htm) chiusasi lo scorso 10 maggio. Il progetto si trova attualmente nelle fasi finali di negoziazione; le attività verranno avviate nel mese di gennaio 2006.


  • Debutto dell'Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali

    E’ on-line, all’indirizzo www.otebac.it, l’Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali, che dall'ottobre 2005 svolge attività per lo sviluppo delle applicazioni digitali e per la creazione e il reperimento di contenuti digitali nel campo del patrimonio culturale secondo standard e criteri di qualità condivisi.

    L’Osservatorio ha l’obiettivo di offrire un supporto ai soggetti culturali pubblici (musei, biblioteche, archivi, patrimonio culturale diffuso, uffici di gestione e tutela, centri per la ricerca e la formazione, progetti culturali, eventi espositivi temporanei, istituzioni dello spettacolo) per lo sviluppo dei siti web, per la creazione e il reperimento di contenuti digitali nel campo del patrimonio culturale, secondo standard e criteri di qualità condivisi, con particolare riferimento alle linee guida e ai prodotti del Progetto MINERVA.

    Fornisce inoltre un sostegno agli istituti culturali pubblici per la realizzazione dell’accessibilità dei siti web sulla base della Legge n. 4, promulgata in data 9 gennaio 2004, Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici (c.d. Legge Stanca).

    Ulteriori informazioni su www.otebac.it


Segreteria Progetto Minerva
Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea
Via M. Caetani, 32
00186 Roma, Italy
Tel. 06 68281767, fax 06 68281770
minerva2@beniculturali.it

   

Copyright Progetto Minerva 2004-10, ultima revisione 2005-12-01, a cura della Redazione di Minerva.